La strategia del PSC

La strategia del PSC

La strategia di sviluppo del Piano di Sviluppo Costiero (PSC) del GAC Terre di Mare affonda le sue radici in un rilancio della comunità della pesca, mirata a fornire agli operatori del settore della pesca gli strumenti e le opportunità per modernizzare il comparto ittico attraverso un approccio ispirato a principi di sostenibilità ambientale, sociale, economica ed istituzionale e, allo stesso tempo, salvaguardare l’occupazione di lungo periodo e le condizioni di benessere economico della forza lavoro, nonché valorizzare e rilanciare il territorio costiero di sua pertinenza. Fra i più importanti fattori di successo della strategia del PSC trova posto la corretta identificazione delle principali difficoltà e delle esigenze reali delle comunità dedite alla pesca, seguita da un’analisi dei problemi già affrontati con le politiche esistenti e di quelli che invece richiedono nuove azioni.
L’obiettivo “sviluppo sostenibile della zona di pesca”, più che considerarsi come obiettivo generale della strategia di sviluppo del GAC Terre di Mare, costituisce il principio fondamentale cui si ispira l’operato del nostro GAC, non solo nei suoi tre anni di programmazione ma anche e, soprattutto, in prospettiva di programmazioni future.
Gli obiettivi specifici del GAC Terre di Mare consistono:

  • rafforzare la competitività della zona di pesca

  • ristrutturare o riorientare le attività economiche, incentivando l’ecoturismo senza incidere sullo sforzo di pesca

  • promuovere la diversificazione delle attività di pesca per innalzare i livelli occupazionali e assicurare fonti di reddito integrative

  • sostenere le infrastrutture e i servizi per la piccola pesca ed il turismo

  • aggiungere valore ai prodotti della pesca

  • tutelare l’ambiente, rivitalizzare e sviluppare le località e i paesi costieri

  • promuovere la cooperazione interregionale, nazionale e transnazionale

A tal fine, gli interventi predisposti per la realizzazione degli obiettivi specifici non costituiscono una sommatoria di azioni individuali tra loro disarticolate ma un complesso coerente di attività e interventi messi in sinergia e sintonia tra loro, sulla base di una strategia cosiddetta “dinamica”, capace di adeguarsi ai continui cambiamenti!!!
Nel PSC del GAC Terre di Mare sono previste una serie di misure integrate, la cui finalità è quella di contribuire in maniera più diretta ed efficace, in sinergia con le politiche locali, regionali ed interregionali, al miglioramento della competitività delle imprese di pesca, attraverso lo sviluppo sostenibile e la valorizzazione della produzione ittica, dell'acquacoltura e delle attività connesse, in modo da invertire, o quanto meno arrestare, l'attuale processo di espulsione dal mercato.
Le attività dirette a sviluppare le opportunità occupazionali e garantire una fonte di integrazione del reddito dei pescatori sono previste nel quadro più ampio dell'incentivazione di mestieri di pesca sostenibili, anche alternativi ai tradizionali, e in primo luogo l’ecoturismo, il pescaturismo e l'ittiturismo, nei quali l’aspetto dell’”eco-compatibilità” e della tutela ambientale non è irrilevante.
Inoltre, il Piano intende favorire modelli di valorizzazione del prodotto anche nei settori della prima commercializzazione, intervenendo nella riduzione del numero dei passaggi della filiera, tutelando così, allo stesso tempo, il reddito dei pescatori e le diverse esigenze dei consumatori, ed agendo nei processi produttivi incentivando metodi per la trasformazione e la conservazione a bordo del pescato, al fine di ottenere il prodotto ittico già pronto per essere commercializzato e distribuito nei vari canali distributivi e commerciali.

Infatti, alcune delle misure attivate, quali quelle che promuovono la diversificazione dell’attività di pesca, possono essere dirette ad incentivare la presenza femminile soprattutto in quelle posizioni lavorative meno gravose, che attengono le attività connesse alle attività di pesca, svolte a terra e di supporto alla pesca. Incluse nel PSC sono le operazioni volte a promuovere, tramite il miglioramento qualitativo dei posti di lavoro, l’accesso alla professione per i giovani;
l’innovazione in tutto il settore è favorita e incoraggiata quale requisito premiante per ogni intervento e azione. Nell’ambito della strategia di sviluppo locale di tipo "bottom up", l’innovazione non viene intesa in termini di novità ad alto contenuto tecnologico, ma è vista semplicemente come una rottura della routine e come la messa a punto di nuove soluzioni alle esigenze di un’area.
Il Piano di Sviluppo Costiero del GAC “Terre di Mare”, è stato strutturato ponendo particolare attenzione al tema della parità tra uomini e donne ed alla promozione dell’integrazione di genere, applicando una politica di pari opportunità in ogni sua attività, attraverso un approccio trasversale, anche attivando, in aggiunta a ciò, misure specifiche tese a rafforzare il ruolo delle donne nel settore della pesca.

Nel predisporre il PSC del GAC “Terre di Mare” si è tenuto conto anche dell’aspetto della tutela dell’ambiente marino, tramite azioni finalizzate a preservare la fauna e la flora acquatica, interventi di pulizia dei fondali marini, recupero reti fantasme, pulizia delle acque marine di superficie per migliorare la situazione igienica, ambientale, della sicurezza e dei servizi dei porti.
Altro obiettivo fondamentale del nostro Piano di Sviluppo Costiero è lo sviluppo del turismo nella zona di pesca e, in tal senso, abbiamo previsto l’allocazione di apposite risorse da destinare ad azioni di valorizzazione dell’ambiente, delle risorse costiere e di recupero delle tradizioni e identità legate al mare, proponendo al territorio un modo diverso di interfacciarsi con l’ambiente, con le risorse naturali e con le tradizioni: non più uno sfruttamento incontrollato, non più una storia sterile, ma risorse da controllare, da preservare, da ricordare per utilizzarle al meglio e farle diventare uno strumento di sostegno per l’economia locale!
La strategia del Piano di Sviluppo Costiero, che nasce dall’analisi delle necessità espresse dal territorio in occasione degli incontri di animazione, si pone pertanto l’obiettivo di attuare interventi in grado di fornire un diretto e concreto sostegno agli addetti al settore e rispondere, altresì, alle esigenze espresse dal territorio nel suo complesso.

L M M G V S D
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031
<<
Ottobre 2017
>>
Provincia di Barletta Andria Trani Provincia di Bari Comune di Molfetta Comune di Bisceglie Comune di Giovinazzo Federpesca ANCI Puglia Confcooperative Lega Pesca AGCI Agrital Coldiretti ImpresaPesca
Osservatorio Nazionale della Pesca UNCI Pesca Consorzio Mercato Ittico Molfetta UILA Pesca Società Porto Molfetta Consorzio Cantieri Navali Molfetta Associazione "Le nuove banchine" Molfetta Sindacato Ialiano Balneari Centro Velico Giovinazzo A.S.D. Consorzio di Bisceglie per la tutela e la valorizzazione della filiera ittica Bisceglie Approdi Centro Studi Biscegliese

080.2146387

gacterredimare@libero.it

GAC Terre di Mare S.c.a.r.l.
Via San Domenico 36
70056 MOLFETTA (BA)

P.I. 07230180726
© Copyright 2014

xhtml - css

artemedia.it